Grana Padano DOP Kosher

Alimenti kosher

Il termine ebraico kosher (o kashèr) significa "adatto" o "corretto". Se applicato al cibo, il termine indica che un elemento è adatto per il consumo secondo la legge ebraica. Pertanto le leggi kosher definiscono i cibi che sono adatti al consumo per un ebreo.  L’osservanza delle leggi kosher è segno distintivo dell’identità ebraica da più di 3500 anni. La normativa ebraica sul cibo è detta kasherùt. Il contrario di kosher è tarèf (qualsiasi cibo che non sia kosher).

Criteri da soddisfare

Il formaggio deve soddisfare i seguenti criteri al fine di essere certificato kosher:
  • Il latte deve provenire da un animale kosher.
  • Tutti gli ingredienti devono essere kosher .
  • Essi devono essere elaborati su attrezzature kosher, per eliminare ogni rischio di contaminazione tra cibo kosher e tarèf.
La legge ebraica richiede che nella produzione di Grana Padano Kosher, un mashgiach o supervisore ebraico, deve essere presente fin dall'inizio della mungitura alla fine della lavorazione per garantire che venga utilizzato solo latte proveniente da animali kosher e partecipare alla cagliatura.

Principali fasi del processo

  • Analisi del ciclo produttivo: in questa fase vengono analizzati i macchinari e le materie prime, valutando i rischi di un’eventuale contaminazione tra cibo kosher e tarèf;
  • Mungitura: il supervisore ebraico verifica in ogni unità produttiva l’assenza di animali non adatti e la provenienza del latte.
  • Raccolta e lavorazione del latte: è previsto un costante controllo della lavorazione e la partecipazione attiva ad una delle principali fasi di processo: il dosaggio del caglio kosher. I rabbini specializzati inoltre stabiliscono quali sono le procedure in accordo con la Torah per la purificazione degli alimenti, la pulizia degli utensili e dei luoghi di lavoro.
  • Produzione del formaggio: tutti i pezzi vengono controllati e, dopo le opportune verifiche, siglati come riconoscimento della loro conformità.
  • Controllo di etichettatura: il Rabbino specializzato verifica che l’etichetta sia conforme ai regolamenti

Certificazione Kòsher

La certificazione kosher è sinonimo non solo di cibo idoneo al consumo dei praticanti di religione ebraica, ma anche di alimenti di alta qualità.

La grande attenzione all’igiene, la scelta accurata degli ingredienti e i costanti controlli in ogni fase del processo, sono alcuni tra i motivi per cui i cibi kosher sono la scelta ideale per religiosi e non.

La visita dell'ente certificatore del Grana Padano Koshèr

Stefano Pezzini, Presidente Latteria San Pietro
Latteria San Pietro in questi anni è stata molto attenta alle dinamiche del mercato e, per questo, tutta la politica di differenziazione che negli anni si è evoluta all’interno della nostra azienda, ci ha portato a delle scelte particolari. Una di quelle è quella di produrre del Grana Padano Koshèr destinato ad un certo tipo di consumatori. All’interno della nostra struttura è possibile realizzare dei momenti produttivi dedicati e, in particolare, questa è una produzione di Grana Padano Koshèr dove effettivamente tutti i processi e tutte le evoluzioni produttive sono sovrintese da parte di un ente di certificazione dedicato.

Chi compra Grana Padano Koshèr riconosce, in questo tipo di certificazione, un elevato livello di qualità. Altro aspetto importante è esser stati riconosciuti come un’azienda in grado di poterlo fare, garantendo ogni aspetto nella produzione, al fine di dare anche tranquillità a tutti gli operatori commerciali e ai consumatori.

Dobbiamo considerare che c’è un aspetto di interesse di un mercato che si sta aprendo, per cui in paesi, dove c’è grande attenzione verso questo tipo di produzione, ed in particolare in Paesi israeliani ma poi non dimentichiamo la Francia, la Germania e gli Stati Uniti, dove c’è una sempre maggiore attenzione verso questo tipo di qualità e questo tipo di certificazione.


Yuda Choen, rabbino
I’m Yuda Choen, I come to Italy to make Koshèr cheese for the Jewish community. The Koshèr cheese you need to make four things for this. The first you need to look on the material, if it is Koshèr or not what you put inside; the second thing to look is that everything is clean before; the third thing you have to go to the farms to look to the milk, to make Koshèr milk, because if a Jewish doesn’t go inside to look to the milk, the milk is not Jewish milk, it’s only normal milk and it’s not Koshèr for us.
When you go to the farms, you need to look to three things: the first, you need to look the tunk, if it’s empty of the milk of the day before; the second, you need to look also if there are only Koshèr animals and not other animals; the third you need to see the milk in the cow.

Another thing you need to make here is to look at the rennet, because this company special cheese is made only with naturale rennet and it doesn’t use other synthetic rennet, only natural.

I think the company have done a very good work for us. What I have asked, the company has made, and everything about the Koshèr now is okay, everybody can eat it, because the cheese is very good, the milk is Koshèr milk in the factory according to the law of Israel, for Jewish people, it is very good now, everybody can eat it.

 
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Omega-net - Internet Partner