3. Latteria San Pietro custodisce la Comunità e la Famiglia

10.000 abitanti e una storia illustre che le hanno valso l'appellativo di "piccola città del Risorgimento". Questa è Goito, nell’Alto Mantovano, con il "Ponte della Gloria" sul fiume Mincio a ricordare la battaglia vinta da Alessandro Lamarmora contro gli Austriaci. 

Nel 1966, un’altra vittoria segna la storia dell’intera comunità: nell’Oratorio della Basilica della Madonna della Salute viene costituita Latteria San Pietro, come cooperativa lattiero-casearia formata da tanti piccoli allevatori del territorio. 

Ad una posizione di debolezza sul mercato viene offerta una risposta coraggiosa, facendo diventare la piccola dimensione delle singole aziende un punto di forza e di competitività, grazie all’organizzazione mutualistica della cooperativa, che ad oggi resta un’esperienza unica all’interno del Consorzio del Grana Padano. Giusta remunerazione della materia prima, dinamismo imprenditoriale, forte capacità di innovazione, dimensione familiare delle aziende agricole e attenzione ai bisogni della comunità sono le caratteristiche che definiscono Latteria San Pietro, allora come oggi. 
La Cooperativa, giunta oggi alla seconda e terza generazione dei 26 soci membri, prosegue la sua attività di valorizzazione dell’attività dei produttori, nel solco della strada aperta con determinazione dai fondatori. Stanno a dimostrarlo, da un lato, la sempre più ampia e differenziata offerta di Grana Padano fondata sulle specificità del latte conferito da ciascun socio, offerta che può spaziare dal convenzionale al biologico, dalla selezione da Fieno a quella a ridotto contenuto di sale, sino alla riconosciuta e prestigiosa produzione Kosher, e, dall’altro lato, la costante spinta all’innovazione, che si traduce nel partecipare a progetti di ricerca e sviluppo, nell’incentivare il continuo aggiornamento tecnologico e digitale degli allevamenti e della Latteria e nel moltiplicare e diversificare gli sbocchi commerciali della produzione, anche a livello internazionale. Il tutto realizzato sempre mettendo al centro un’attenzione privilegiata allo sviluppo del tessuto socio-economico locale e al valore della famiglia come nucleo fondante della comunità. Se va bene per Goito e il suo territorio, va bene anche per la Latteria.

Al centro, infatti, c’è sempre la Comunità. Si tratta di un legame profondo di coesione sociale che la Latteria, rendendo concreto lo spirito cooperativo che la anima, ha voluto rinsaldare anche con la creazione di uno spaccio aziendale, una vera e propria Bottega del gusto e uno spazio di socialità per tutti, nel segno della fiducia, del passaparola e del piacere di essere i primi ad assaggiare quelle eccellenze che, tutelando il territorio dei Prati Stabili, lo fanno conoscere in tutto il mondo. In autunno l’appuntamento locale irrinunciabile, a cui Latteria San Pietro dà un solido contributo, è la Fiera del Grana Padano dei Prati Stabili di Goito.
Pietro Chiaventi, sindaco di Goito:
Latteria San Pietro ha sempre sostenuto i propri soci e, nell’arco dei suoi sessant’anni di attività, ha dato lavoro a tante famiglie, consentendo la crescita economica e sociale dell’intera comunità di Goito.”